Henry Ford

1.JPEG

Il mito di Henry Ford

Henry Ford ha cambiato la vita di molte persone con le sue auto pratiche ed economicamente accessibili. Le tecniche di produzione di massa e la catena di montaggio da lui inventate stabilirono gli standard della produzione industriale mondiale nella prima metà del XX secolo.
 

ford-history-eu-10_1965_Ford_Mustang_grille_ornament_neg_CN2605-096-9x8-479x426-jpg-renditions-small.jpegford-history-eu-1954_Ford_Rotunda_neg_C595_6-9x8-479x426-jpg-renditions-small.jpegford-history-eu-1964_Ford_Concept_Aurora_navigation_system-9x8-479x426-jpg-renditions-small.jpegford-history-eu-1971_Lincoln_power_sunroof-9x8-479x426-jpg-renditions-small.jpeg
ford-history-eu-1980_Keyless_Entry-9x8-479x426-jpg-renditions-small.jpegford-history-eu-GT_350_Feb_1965_neg_ser_143300_007-9x8-479x426-jpg-renditions-small.jpegford-history-eu-IntegratedAssemLine_1913-9x8-479x426-jpg-renditions-small.jpegford-history-eu-MillionthMilestone04-9x8-479x426-jpg-renditions-small.jpeg


Henry apprende il mestiere

Henry Ford iniziò ad appassionarsi ai motori da giovanissimo. All'età di 12 anni, infatti, trascorreva la maggior parte del suo tempo libero in un piccolo laboratorio allestito da lui stesso. Fu qui che costruì il suo primo motore a vapore: era il 1878 e aveva solo 15 anni. L'anno successivo lasciò la sua casa diretto alla vicina Detroit, per lavorare come apprendista macchinista.

ford-history-eu-1883_circa_Henry_Ford-7x2-2160x618-ic-jpg-renditions-extra-large-(1).jpeg

Il suo primo veicolo

Il primo motore Ford fece la sua prima “rumorosa” apparizione sul tavolo di legno della sua cucina al numero 58 di Bagley Avenue e fu presto seguito da un nuovo progetto,
un motore montato su un telaio sul quale erano fissate quattro ruote di bicicletta: la prima vettura Ford.

ford-history-eu-1946_Henry_Ford_and_Henry_Ford_II_with_Quadricycle-7x2-2160x618-ic-jpg-renditions-extra-large.jpeg

In proprio

Dopo essersi licenziato dalla Edison nel 1898, Ford istituì la Detroit Automobile Company. Sfortunatamente, la società andò presto in bancarotta, ma Henry non si fece certo fermare da un simile ostacolo. Progettò e costruì diverse auto da corsa e guidò la famosa "Sweepstakes" verso la vittoria, battendo il campione americano Alexander Winton il 10 ottobre 1901.

ford-history-eu-Henry_Ford_sitting_HR-7x2-2160x618-ic-jpg-renditions-extra-large.jpeg

  Fondazione della Ford Motor Company

La storia dell'auto cambiò per sempre con la fondazione della Ford Motor Company nel 1903. Henry Ford deteneva il 25,5% delle azioni e ricopriva sia il ruolo di Vice Presidente che quello di capotecnico. All'inizio venivano prodotte solo poche vetture al giorno presso la fabbrica Ford di Mack Avenue a Detroit, dove due o tre uomini lavoravano a ogni vettura, utilizzando componenti prodotti da altre aziende. La prima auto costruita dalla società venne venduta il 23 luglio 1903 ed Henry diventò prima Presidente e poi azionista di maggioranza tre anni dopo.

ford-history-eu-HenryFord_ModelT_1921_HR-7x2-2160x618-ic-jpg-renditions-extra-large-(1).jpeg


L’evoluzione del logo Ford

Fin dalla sua nascita nel 1903 Ford Motor Company si afferma come protagonista del settore automobilistico, distinguendosi per qualità, tecnologia e spirito di innovazione.
Valori senza tempo, che la rendono ancora oggi uno dei leader mondiali.

ford-history-eu-1903_trademark-16x9-991x557-jpg-renditions-medium.jpeg              ford-history-eu-1906_trademark-16x9-991x557-jpg-renditions-medium.jpeg            ford-history-eu-1903_trademark-16x9-991x557-jpg-renditions-medium-(1).jpeg
Alle origini del logo Ford c’è innanzitutto la scelta di scrivere il nome dell’azienda in corsivo nelle comunicazioni aziendali. Sulla prima vettura di produzione Ford, la Model A, venne però applicato un cartiglio art nouveau, con caratteri maiuscoli e iniziali più grandi, riportante la scritta «FORD MOTOR CO.», l’indicazione di città («DETROIT») e lo stato («MICH.») dove si trovava la sede dell’azienda: lo stile si sposava perfettamente con quello della vettura, ancora in gran parte legata all’epoca delle carrozze a cavallo.
 
  Ben presto, però, il corsivo delle comunicazioni ufficiali arrivò anche sulle vetture: in particolare, la sua ideazione si deve all’ingegner Childe Harold Wills, che utilizzò i caratteri del proprio biglietto da visita, suggerendo l’utilizzo della sola scritta «Ford». Tale logo appare in diverse varianti, ad esempio inclinato e con le lettere «F» e «d» allungate (il cosiddetto «marchio con le ali»), fino ad assumere definitivamente, intorno al 1910, una forma simile a quella attuale. In ogni caso, risale al 1909 la registrazione del marchio Ford presso l’Ufficio depositi degli Stati Uniti.   Nel frattempo, gli agenti inglesi Perry, Thornton e Schreiber (che anticiperanno la «Ford Motor Company Limited» in Gran Bretagna), introdussero intorno al 1907 il primo ovale, per inserire alcune frasi pubblicitarie nella cornice superiore («HALL MARK») e inferiore («GUARANTED»). L’ovale diventerà definitivo nel 1911 proprio tra i rivenditori del Regno Unito, ma non ancora marchio ufficiale: fino al 1920, infatti, la maggior parte delle vetture riporterà la sola scritta Ford.  

 
ford-history-eu-1911_trademark-16x9-991x557-jpg-renditions-medium.jpeg   ford-history-eu-1912_trademark-16x9-991x557-jpg-renditions-medium.jpeg   ford-history-eu-1927_trademark-16x9-991x557-jpg-renditions-medium.jpeg
Occorrerà attendere il 1927 per vedere l’ovale con sfondo blu scuro sul radiatore di una vettura Ford: si trattava della nuova Model A. Il marchio fu quindi applicato su molte vetture della Casa, ma soltanto fino alla fine degli anni ‘50: trovava, infatti, più spesso applicazione nelle comunicazioni istituzionali, mentre sulle vetture il nome veniva indicato in altre forme – con le sole lettere, con marchi specifici per ogni modello, ecc.

 
  Per un breve periodo a partire dal 1912, fu anche proposta una forma triangolare con il vertice in alto, che nelle intenzioni dei creatori doveva rappresentare valori quali ”velocità, leggerezza, grazia e stabilità»; “; fu realizzata in alcune varianti di colore (arancione o blu scuro) e di forma (ad esempio, con le «”ali» “ laterali), ma pare non fosse gradito a Henry Ford, per cui fu rapidamente abbandonato. Il motto che accompagnava questo marchio era “«THE UNIVERSAL CAR»”, «”L’AUTO UNIVERSALE»”.   L’ovale Ford sarà quindi applicato sulle vetture in modo sistematico a partire dalla metà degli anni ‘70: nel 1976 assunse i colori blu e argento e permise di assegnare un’unica identità, immediatamente riconoscibile, anche a stabilimenti, servizi e prodotti Ford di tutto il mondo.



 



 

L’Ovale Blu oggi

In occasione del centenario della sua fondazione, Ford Motor Company ha parzialmente modificato l’ovale blu adottando gli stilemi più tipici dell’attuale grafica
computerizzatae «tridimensionale»: la cornice e la scritta assumono un effetto cromato, mentre alcune sfumature danno rilievo alla parte interna blu.
Con questa forma, il marchio Ford si prepara a identificare le proprie vetture che verranno prodotte in tutto il mondo negli anni a venire.

ford-about-ford-eu-bh200-3x1-2160x720-ford-logo-black-finish-bonnet-jpg-renditions-medium.png

Ricerca auto nuove Info e preventivi Prenota tagliando Test drive